homeHome Chi SiamoChi Siamo ProgrammaProgramma Comunicazioni ai CittadiniComunicazioni ai Cittadini Attivitā PoliticaAttivitā Politica Dicono di noiDicono di Noi Lascia un MessaggioLascia un Messaggio Promesse SmascheratePromesse Smascherate ContattiContatti
 

 

 

ATTIVITA' POLITICA

 

 

 

 

Resoconto del Consiglio Comunale del 15 giugno 2010

 

Ieri sera, 15/06/2010 il Consiglio comunale e' stato vivacizzato da due irregolaritā oggettive e che hanno messo in evidente imbarazzo il segretario, il sindaco, l'ingegnere, e un po' tutta la maggioranza, che si č trovata di fronte a vistosi errori di procedura, che possono rendere viziata e quindi annullabile la votazione del punto all'ordine del giorno n.6

I fatti:

- Al punto 6 si discuteva della convenzione con il Comune di Apiro per la Commissione di valutazione in materia di vincoli paesaggistici e paesaggio, che e' prevista per ogni comune a partire gia' dal 2009, e di cui il nostro Comune e' sprovvisto.
A parte l'opinabilitā di una scelta convenzionale con un comune lontano (dicono che e' a costo 0, poi pero' leggendo l'accordo e' previsto il rimborso delle spese per i sopralluoghi.....i costi ci saranno e come), l'Amministrazione intendeva far VOTARE QUESTA DECISIONE SENZA INFORMARE PER NIENTE I CONSIGLIERI NE SUL CONTENUTO DELL'ACCORDO NE SULLE MOTIVAZIONI DELLA SCELTA, infatti era evidente come tutti i consiglieri non fossero per nulla informati su cosa si discuteva, ed il sindaco ha dovuto chiedere l'intervento dell'Ingegnere comunale, in grado di spiegare i fatti. Ma solo l'insistenza del consigliere di minoranza Domenico Luciani ha portato alla luce maggiori dettagli, "costringendo" alla lettura per intero dell'accordo. 
Accordo che ieri mattina alle 12 non era ancora disponibile ai membri del consiglio (forse ancora in fase di preparazione?).
L' IRREGOLARITA' grave sta proprio in questo, nel fatto che gli atti da deliberare e votare devono essere disponibili almeno 24 ore prima del Consiglio (che era in seduta straordinaria, altrimenti i giorni sono 3). 
La votazione e' stata fatta comunque, ma fortemente viziata e quindi annullabile.

- E' stata presentata poi un'interrogazione da parte del gruppo consiliare "Petriolo Domani", sull'abbandono del Parco delle Fonti, costato almeno 75.000,00 euro alle casse del Comune per il 1° e 2° stralcio....sporcizia, mancanza di manutenzione, nidi di mosconi rossi (calabroni o VUCENTU'), topi.....INUTILIZZABILE... se prima era un immondezzaio (come disse l'ex sindaco M. Castellani in un comizio della scorsa campagna elettorale) ORA E' UN POZZO DOVE SONO STATI BUTTATI 75.000 EURO DALLE NOSTRE TASCHE.
Pero' questa interrogazione non e' stata letta dal Sindaco, il Consiglio non e' stato messo a conoscenza del contenuto, e la risposta scritta che dovra' arrivare entro 5 giorni al consigliere di minoranza Luciani Domenico rimarrebbe una discussione privata tra le parti. Sempre che questa risposta arrivi, visto che ad una precedente interrogazione (nel consiglio del 25/05/2010, riguardante il progetto di impianto fotovoltaico sito in via Grazie), il Sindaco non ha ancora adempiuto, nonostante siano passati piu' di 5 giorni.
E questa e' la seconda GRAVE IRREGOLARITA'.

NULLA SARA' STATO FATTO IN MALA FEDE, MA QUESTO DIMOSTRA COMPETENZA E TRASPARENZA?